Saturday, Dec 16th

Last update11:34:11 AM

aquila

La giunta comunale approva il progetto di "scultura ambientale"

La giunta comunale approva il progetto di "scultura ambientale"
Nove artisti per la ricostruzione

L'Aquila, 10 mar 2011 - La giunta comunale ha dato il via libera all’iniziativa “Nove artisti per la ricostruzione”. Si tratta di un progetto proposto al Comune dall’associazione culturale Palazzo Zenobio di Venezia, che prende il nome da uno dei luoghi espositivi della Biennale delle Arti, e presentato in giunta dall’assessore alla Ricostruzione dei Beni Culturali Vladimiro Placidi e dall’assessore alla Cultura Stefania Pezzopane. Il progetto avrà una durata di tre anni e prevede nove interventi di scultura ambientale destinati a valorizzare lo spazio urbano. “I nove artisti coinvolti, - ha dichiarato l’assessore Placidi - tutti di riconosciuto valore internazionale, richiamano simbolicamente i novantanove castelli che contribuirono alla fondazione della città e perseguono nella loro ricerca il tema dello spazio urbano, del paesaggio e dell’ambiente. Le nove opere d’arte saranno donate ufficialmente dagli esecutori alla città dell’Aquila e verranno realizzate sia nel territorio aquilano che in quello regionale, con la collaborazione degli artigiani e delle aziende locali. La manifestazione, che sarà promossa nei circuiti internazionali, si avvarrà dell’alto patronato del Presidente della Repubblica e dei patrocini delle ambasciate dei Paesi di provenienza degli artisti e sarà realizzata esclusivamente con i fondi raccolti dall’associazione tramite le sponsorizzazioni. Il progetto prevede altresì – ha concluso l’assessore – la costituzione di un comitato scientifico di alto profilo, composto da studiosi e critici d’arte che siano espressione della città e dell’associazione, con il compito di seguire tutte le fasi dell’iniziativa, facendo da raccordo con il territorio”.

“L’iniziativa - ha dichiarato la critica d’arte Roberta Semeraro, promotrice del progetto - prende spunto dalla riflessione critica, stimolata durante i lavori dell’ultima Biennale di Architettura tenutasi a Venezia nel 2010, su quanto è stato fatto e si farà all’Aquila, partendo dalla considerazione che non basta ricostruire la città ma è necessario riparare i legami tra persone e luoghi. Lo scopo principale del progetto è infatti quello di continuare a sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica affinché la ricostruzione dell’Aquila possa avvenire in tempi brevi e nel rispetto dell’ambiente. I lavori avranno inizio nel 2011 con gli artisti Beverly Pepper, Mauro Staccioli e Hidetoshi Nagasawa, tra i maggiori interpreti della scultura ambientale contemporanea”.