Wednesday, Oct 18th

Last update11:34:11 AM

aquila

Progetto teorico

1) Il progetto che avrà una durata di tre anni, prevede la realizzazione di nove opere d’arte ambientali destinate a valorizzare la città dell’Aquila.

Richiamandosi alle antiche origini dell’Aquila, i nove artisti simbolicamente corrispondono ai novantanove castelli che decretarono la costruzione della città. Partecipano al progetto artisti di riconosciuto valore internazionale che perseguono nella loro ricerca artistica il tema dello spazio urbano, del paesaggio e dell’ambiente.

2) Le nove opere d’arte saranno realizzate con l’impiego di materiali e tecniche antisismiche.

3) Le nove opere d’arte saranno realizzate preferibilmente nel territorio dell’Aquila o comunque in quello della Regione Abruzzo con la collaborazione degli artigiani e delle aziende locali.

4) Le nove opere d’arte andranno a valorizzare gli spazi pubblici della città scegliendo preferibilmente quelli più degradati e bisognosi di attenzione o dovranno essere funzionali alla città e ai suoi cittadini.

5) Le nove opere saranno donate dagli artisti alla città dell’Aquila con atto di donazione durante la cerimonia ufficiale presieduta dalle autorità cittadine con la partecipazione dei cittadini.

6) L’Associazione Culturale Palazzo Zenobio offrirà agli artisti come riconoscimento per il loro impegno nel progetto, la possibilità di organizzare una mostra a Venezia negli spazi espositivi di Palazzo Zenobio durante la Biennale di Architettura e lo stesso farà il Comune dell’Aquila rendendosi disponibile a mettere a disposizione degli artisti che intervengono nel progetto con le loro donazioni, uno spazio espositivo da concordarsi - per tempi e modalità- con l’Associazione.

7) Saranno organizzati a cura dell’Associazione nel territorio d’Abruzzo convegni, seminari e quant’altro si renda necessario alla promozione degli artisti che interverranno nel progetto.

8) Al termine del progetto sarà allestita negli spazi espositivi di Palazzo Zenobio un’asta di beneficenza con l’incanto dei bozzetti, progetti e documentazione delle nove opere realizzate per l’Aquila i cui fondi saranno devoluti come contributo al restauro del Patrimonio Artistico della città.

9) Al termine del progetto sarà allestito un catalogo con testi critici e immagini delle nove opere d’arte e presentato a Palazzo Zenobio durante la Biennale di Architettura insieme al docu/film Nove artisti per la ricostruzione realizzato con le riprese dal vivo di tutto lo svolgimento del progetto.

10) Il progetto sarà promosso a livello nazionale e internazionale da apposito Ufficio Stampa.

11) Per la migliore riuscita del progetto saranno nominati un comitato d’onore e comitato scientifico, formato il primo dalle autorità degli Enti Pubblici e Privati finanziatori del progetto e il secondo da critici d’arte, architetti urbanisti e operatori del settore.

SCOPO DEL PROGETTO

Lo scopo principale del progetto è quello di continuare a sensibilizzare il pubblico e le istituzioni a livello nazionale e internazionale, alla ricostruzione dell’Aquila affinché possa avvenire in tempi brevi evitando così che l’Aquila diventi una città fantasma.

Secondariamente portare l’arte nei luoghi bisognosi della città, vuole essere un invito affinché la ricostruzione avvenga nel rispetto di tutta la città e della comunità che la abita.

In ultima istanza la circolazione di energia e di vitalità che inevitabilmente deriverebbe da una manifestazione di tale portata, non potrebbe altro che offrire un supporto ad una ricostruzione culturale, psicologica e sociale delle popolazioni colpite dal terremoto.

Non sono da sottovalutare inoltre, l’indotto economico che si creerebbe a livello locale e l’alto valore artistico delle opere d’arte donate alla città.